SG 19 - METALROBOT

Vai ai contenuti

Menu principale:

SG 19


ROBOT


NOME: Shin Getter 2

ALTEZZA: 191 mm

MATERIALI: Metallo - Plastica - Gomma

PESO: 350 grammi

TRASFORMABILE: No

COMPONIBILE: No

ARTICOLAZIONI: Miste

FINITURA: Lucida


ACCESSORI

MATERIALI: Plastica

BASETTA ESPOSITIVA E PORTA ACCESSORI: No

PORTA ACCESSORI: No

LIBRETTO ILLUSTRATIVO: Si



DESCRIZIONE

Dopo sette anni dall’uscita dello Shin  Getter 1, Aoshima riesce a portare sulle scene lo Shin Getter 2.

Devo dire che all’inizio non stavo nella pelle, poi molto dell’entusiasmo si è spento quando ho avuto il modello tra le mani. La presenza di metallo è troppa e distribuita male per la morfologia del modello. La stabilità è precaria e, infatti, Aoshima ha dotato il modello di due sostegni!

Le cose che mi hanno colpito subito e mi hanno lasciato molto perplesso sono:

- le articolazioni delle ginocchia, non a scatti, con la possibilità di flettere sia in avanti che all’indietro le gambe

- la trivella interamente in metallo!

Se le prime rendono il modello leggermente instabile, la seconda gli dà il colpo di grazia. Una scelta tecnica, per me, assurda quella di realizzare in metallo un oggetto come la trivella; in qualsiasi posizione tende a sbilanciare il baricentro del modello portandolo a compiere rovinose cadute se non si è attenti. La miglior soluzione era quella di realizzarla in plastica, come ha fatto la Bandai con il GX 06 G2. All’interno della confezione, oltre agli accessori e al modello, è presente la miniatura in gomma dura di Hayato.


TESTA

La testa, realizzata in gomma dura, è poco direzionale a causa di due tubi montati lateralmente al collo.

Devo anche dire che le dimensioni e la realizzazione sono molto al di sotto della media.


BUSTO

Il busto è un pezzo unico non articolato.

Ai lati del petto ci sono due pannellature in plastica trasparente che lasciano intravedere i meccanismi interni del modello.

Dietro la schiena si monta, ad incastro, il Booster (motori per il volo).


SPALLE & BRACCIA

Le spalle sono movibili grazie a due distinte articolazioni:

- a scatti per la flessione, l’estensione e la circonduzione

- a resistenza per l’abduzione e l’adduzione laterale.

Il gomito può flettersi ed estendersi per mezzo di un’articolazione a resistenza e le braccia possono ruotare sul proprio asse.
Sul braccio destro è montata la trivella dotata di punta rotante; sul sinistro, invece, è montata una tenaglia con becchi movibili.
Il braccio destro, con l’intera trivella, può essere sostituito da un braccio dotato di sistema sparante a molla e da una trivella in plastica che può essere sparata per simulare il Drill missile

(sistema già visto sul Mazinkaiser).


ARTI INFERIORI

Le anche sono rese mobili da due articolazioni a resistenza: una per la flessione e l’estensione, l’altra per l’abduzione e l’adduzione delle cosce.

Il ginocchio è articolato a resistenza e ciò consente sia la flessione anteriore che posteriore della gamba (avrei preferito un’articolazione che evitava la flessione anteriore, in modo da rendere il modello più stabile).

In ultimo va detto che quest’articolazione può ruotare sia sull’attacco della coscia, sia sull’attacco della gamba (stinco); quindi, fate attenzione alla sua posizione dopo aver ruotato la gamba sul proprio asse prima di fletterla, perché potrebbe trovarsi in una posizione sbagliata e potreste spezzarla.

Le caviglie sono articolate a sfera e garantiscono una discreta mobilità del piede.


ACCESSORI

Gli accessori sono realizzati in materiale plastico.


VERNICIATURA

La verniciatura è spessa, stesa molto bene ed ha una finitura lucida. Purtroppo presenta sulle spalle, sulla testa, sui piedi e sul booster un effetto weathering.

Sinceramente una scelta che non condivido assolutamente: la versione normal, doveva presentare una colorazione cromatica ed una finitura identica allo Shin Getter 1 normal color a cui va affiancato!


CONCLUSIONI PERSONALI

Un modello che, con un po’ più di attenzione in fase di progettazione, sarebbe stato perfetto.

Invece, alcune scelte fatte da Aoshima lo hanno reso un modello mediocre, molto posabile, ma al contempo assolutamente instabile a causa di una distribuzione dei pesi mal calcolata. A conferma di ciò è stato dotato di due supporti di sostegno, uno per il modello ed uno per la trivella.

La testa è realizzata in maniera approssimativa e in gomma dura!

In ultimo "la ciliegina sulla torta" è la verniciatura lucida normal con alcune parti weathering. Mi sarei aspettato dopo 7 anni di attesa un modello nettamente superiore a questo!


Torna ai contenuti | Torna al menu