SG 06 LTD - METALROBOT

Vai ai contenuti

Menu principale:

SG 06 LTD


ROBOT

NOME: New Getter Metallic Ver.

ALTEZZA: 187 mm

MATERIALI: Metallo - Plastica

PESO: 540 grammi

TRASFORMABILE: No

COMPONIBILE: No

ARTICOLAZIONI: Miste

FINITURA: Lucida


ACCESSORI

MATERIALI: Plastica - Gomma

BASETTA ESPOSITIVA E PORTA ACCESSORI: No

PORTA ACCESSORI: No

LIBRETTO ILLUSTRATIVO: Si



DESCRIZIONE

Arriva un nuovo Getter nelle prime file della serie Shin Seiki Gokin: il New Getter SG-06. La versione è la limited metallic. In puro stile Aoshima, il modello è un blocco di metallo povero di accessori! Purtroppo, è da segnalare che questa linea di modelli, nata per imporsi sul mercato accanto al colosso Bandai, non sta andando gran che bene, direi. Dopo cinque anni di vita, conta in catalogo solo 4 modelli diversi, di cui 3 Getter e tantissimi, anzi troppi, recolor! Anche il livello tecnico dei modelli non sta crescendo, sempre fermo allo stesso punto: molto metallo e poca mobilità del soggetto (le articolazioni andrebbero riviste, soprattutto quelle dei gomiti). Dopo un "signor" modello Shin Getter 1, i prodotti successivi non hanno né mantenuto né migliorato il livello qualitativo della linea. Unica nota positiva: l’assemblaggio dei modelli. Vista la loro semplicità, sino ad ora, non ho riscontrato difetti. Speriamo in tempi migliori, anche se ne dubito fortemente!


TESTA


Ha la possibilità di ruotare sul proprio asse sia verso sinistra che verso destra; può anche effettuare una leggera flessione ed estensione.

I due corni laterali in plastica sono delicatissimi, quindi fate attenzione quando manipolate la testa.

BUSTO

Il busto è, come al solito, un pezzo unico non articolato.

Ai lati del petto sono presenti, come di consueto, le due pannellature in materiale plastico trasparente, che permettono di vedere i meccanismi interni del robot. Dietro la schiena è possibile montare a incastro due tipi di ali, chiuse o aperte.


SPALLE & BRACCIA

Le spalle sono movibili attraverso due distinte articolazioni:

- a scatti per la flessione, l’estensione e la circonduzione

- a resistenza per l’abduzione e l’adduzione laterale; l’angolo di lavoro di questa articolazione è leggermente limitato dalla forma della spalla. L’articolazione del gomito è del tipo telescopico: quando il gomito non è flesso, è retratta nella parte superiore dell’avambraccio; quando, invece, si vuole flettere ed estendere il gomito, bisogna allungarla. Purtroppo, questo sistema, quando è in funzione, allunga le braccia rendendole sproporzionate al resto del corpo, facendo assumere delle sembianze "scimmiesche" al modello. Le braccia possono ruotare verso destra e sinistra sul proprio asse.

Le mani sono intercambiabili, grazie ad un perno montato sul polso che si inserisce a pressione nel foro posteriore della mano.


ARTI INFERIORI

Le anche sono rese mobili da due articolazioni a resistenza: una per la flessione e l’estensione, l’altra per l’abduzione e l’adduzione delle cosce.

Il ginocchio è articolato a scatti e la gamba può ruotare sul proprio asse sia in senso orario che antiorario. Le caviglie hanno un’articolazione sferica che consente ai piedi di flettersi in avanti, verso l’esterno, verso l’interno e di estendersi all’indietro, ma lavora in modo molto limitato, rendendo i piedi molto poco mobili.
E’ molto difficile, infatti, far poggiare la pianta dei piedi in terra quando le gambe sono leggermente divaricate.


VERNICIATURA

La verniciatura è metallizzata, ha una finitura lucida, é ben distribuita e molto resistente, anche se presenta qualche puntino qua e là.

Molto precisi, invece, i confini tra i colori.  


ACCESSORI

Gli accessori sono realizzati in plastica.


CONCLUSIONI PERSONALI

In puro stile Aoshima, il modello è ricchissimo di metallo, purtroppo non è molto posabile, le caviglie sono semi movibili e gli angoli di lavoro della flessione interna ed esterna del piede sono troppo limitati.

Le proporzioni delle braccia rispetto al corpo sono assai discutibili. L’utilizzo, poi, delle articolazioni telescopiche dei gomiti, funzionali, ma esteticamente inappropriate, non fanno altro che aumentare la somiglianza morfologica del modello a quella di un gorilla.

Se proprio siete amanti e grandi conoscitori dell’intera saga dei Getter, ok; altrimenti è un acquisto da fare solo dopo averlo visto dal vivo e dopo un’accurata valutazione.




Torna ai contenuti | Torna al menu