SG 01 - METALROBOT

Vai ai contenuti

Menu principale:

SG 01


ROBOT

NOME: Shin Getter 1

ALTEZZA: 184 mm

MATERIALI: Metallo - Plastica

PESO: 616 grammi

TRASFORMABILE: No

COMPONIBILE: No

ARTICOLAZIONI: Miste

FINITURA: Lucida


ACCESSORI

MATERIALI: Metallo - Plastica

BASETTA ESPOSITIVA E PORTA ACCESSORI: No

PORTA ACCESSORI: No

LIBRETTO ILLUSTRATIVO: Si



DESCRIZIONE

La Aoshima è una casa di produzione giapponese con molti anni di vita alle spalle.
Il settore principale delle sue produzioni sono i kit di montaggio.
Nel 2000 ha deciso di entrare nel settore dei super robot die-cast con la serie Shin Seiki Gokin, servendosi di uno studio di progettazione chiamato Miracle House.
Il primo modello a nascere da questa stretta collaborazione è lo Shin Getter SG-01.
Aperta la scatola e rimosso il coperchio del contenitore in polistirolo, il modello si presenta completo di tutte le sue parti, non c è bisogno di aggiungere nulla se non le ali. La dotazione di accessori è ridotta all’osso!
Una coppia di ali da montare, una coppia di mani, una mano singola, e un’ascia di grandi dimensioni.
Niente basetta porta accessori, niente espositore per il modello…..solo 3 mani e un’ascia! Mah! Rimosso dal suo alloggio mi sorprende subito per il suo peso, un blocco di metallo!!!!! Riflettendolo vicino ad altri modelli devo dire che è grosso, veramente grosso ed esteticamente accattivante. Peccato che Aoshima non lo abbia fornito di espositore.


TESTA

La testa è realizzata in materiale plastico, è molto curata e dettagliata.
Ha la possibilità di ruotare verso sinistra e verso destra sul proprio asse, di flettersi in avanti e di estendersi all’indietro.


BUSTO

Il busto è un pezzo unico non articolato. Sul lato sinistro e destra del petto ci sono due pannellature a forma di C, sono realizzate in plastica trasparente e lasciano vedere i meccanismi interni del modello. Altre quattro pannellature, con la stessa forma e caratteristiche ma di dimensioni maggiori si trovano sulle gambe.
Sulla schiena è installato il sistema di apertura a scatto delle ali, azionabile spingendo un pulsante posto al centro del guscio di copertura del sistema stesso.
Le ali si montano al modello attraverso due perni a pressione.


SPALLE E BRACCIA

Le spalle sono rese movibili da due articolazioni:

1) A scatti per la flessione, l’estensione e la circonduzione.

2) A scatti per l’abduzione e l’adduzione laterale, l’angolo di lavoro di quest’articolazione è leggermente limitato dalla forma della spalla.

Il gomito può flettersi ed estendersi per mezzo di un’articolazione a resistenza.
Il braccio può ruotare sul proprio asse in senso orario e antiorario.
Le mani sono intercambiabili grazie a un perno montato sui polsi che si inserisce a pressione nei fori posteriore delle mani.


GAMBE

Le anche sono movibili grazie a due articolazioni a resistenza, una per la flessione e l’estensione, l’altra per l’abduzione e l’adduzione delle cosce.
Il ginocchio è articolato a scatti e la gamba può ruotare sul proprio asse in entrambe i sensi.
Le caviglie hanno un’articolazione sferica che consente ai piedi di flettersi in avanti, verso l’esterno, verso l’interno e di estendersi all’indietro.


VERNICIATURA

La verniciatura ha una finitura lucida lo strato si presenta anche molto spesso, sembra indistruttibile!
Tutti i dettagli e le linee di confine sono perfettamente realizzati.


ACCESSORI

Tomahawk, e mani intercambiabili.


CONCLUSIONI PERSONALI

Il modello dopo essere stato riflettuto con calma merita di essere promosso a pieni voti! La stabilità è ottima ed è accompagnata da una mobilità generale molto buona, peccato per l’abduzione delle spalle limitata nel movimento dalla forma di quest’ultime.
Le articolazioni delle anche e delle caviglie svolgono in maniera eccellente il loro lavoro, non cedendo sotto l’elevato peso del modello. La quantità di metallo è impressionante ad oggi ho visto solo i Daigokin con una quantità maggiore di metallo! Secondo il mio giudizio è un degno avversario dei S.o.c non componibili o trasformabili più blasonati.
Unico neo la dotazione degli accessori veramente misera e la mancanza di una basetta espositiva.
Una foto a confronto con la versione colorazione opaca weathering.




Torna ai contenuti | Torna al menu