GX27 - METALROBOT

Vai ai contenuti

Menu principale:

GX27


ROBOT

NOME: Gaiking

ALTEZZA: 175mm normal - 187mm Power up

MATERIALI: Metallo - Plastica - Gomma

PESO: 343 grammi normal - 432 grammi Power up

TRASFORMABILE: No

COMPONIBILE: Si

ARTICOLAZIONI: Miste

FINITURA: Lucida


ACCESSORI

MATERIALI: Plastica - Gomma

BASETTA ESPOSITIVA E PORTA ACCESSORI: Si

PORTA ACCESSORI: No

LIBRETTO ILLUSTRATIVO: Si


DESCRIZIONE


Il 21 Maggio del 2005 con un prezzo di 9.240 yen Bandai immette sul mercato un nuovo gx, questa volta è il turno del Gaking!
Dopo l’amaro lasciato in bocca dal GX 05 dedicato principalmente al drago spaziale, Bandai si riscatta con questa uscita dedicata esclusivamente al robot della serie.
La grafica esterna della scatola è molto accattivante e richiama i colori già visti sulla scatola del gx05.
All’interno della confezione trova posto una scatola realizzata in polistirolo contenente il Gaiking, il quale si presenta diviso in due componenti.
Componente A: busto, formato dall’unione dalla testa del Drago Spaziale e dalle braccia, quest’ultime sono comunque sganciabili dalla testa del Drago come nel cartone animato, ma vengono vendute già agganciate tra loro, forse per un logica di spazi all’interno della scatola.
Componente B: bacino/gambe del Gaiking.
Sono presenti anche: 2 piedi normal version, 2 piedi per la versione power up, 2 gambe per la versione power up.
Il resto degli accessori è racchiuso all’interno di un vassoio di plastica trasparente e comprende:
1 testa normale, 1 testa potenziata per la versione Power up, 1 testa nuda senza corazza esterna, 4 elementi che formano la corazza esterna della testa nuda, 4 avambracci: 2 normali e 2 per la versione potenziata Power up, 2 avambracci per i Miracle Drill, 2 trivelle Miracle Drill, 1 sistama ali, 2 avambracci sparanti per il Counter Punch, 2 avambracci che possono essere sparati, 1 mano aperta, 1 mano semi aperta, 2 pugni chiusi,
2 pugni forati per impugnare gli accessori, 4 stelle rosse Counter Cross: 2 normali e 2 power up, 2 mani aperte per simulare il Zaur Gaizer, 2 pugni chiusi potenziati versione Power up, 2 pugni forati potenziati versione Power up per impugniare gli accessori, 2 appendici a forma di ali da applicare sul bacino.
La basetta espositiva è separata in diverse parti, raccolte tutte all’interno di una scatola di cartone.
Estratte dalla scatola le parti che compongono il modello ci si rende subito conto che la Bandai non ha lesinato sul metallo, anzi ce ne è in abbondanza e questa cosa non può che far piacere.
L’unione dei tre componenti è fedelissima a quella vista nell’anime, risulta essere anche molto facile ed intuitiva anche senza consultare il libretto illustrativo sarebbe possibile assemblare il modello.
L’ottima realizzazione delle parti in metallo e di quelle plastiche
fa si che tutti gli incastri combacino alla perfezione tra loro, in questo modo il modello una volta assemblato risulta essere molto solido e privo di fastidiosi giochi tra i componenti che lo formano. Una volta assemblato questo gx trasmette subito una forte sensazione di solidità, di stabilità e di pesantezza. Una cosa che stupisce in positivo è che pur avendo la maggior parte del peso concentrato nell’addome il modello risulta essere molto stabile e ben bilanciato.
Come nella seria animata anche questo modellino è in grado di assumere due configurazioni diverse tra loro: la configurazione normale e la configurazione potenziata “Power up”. Se si opta per quest’ultima configurazione il robot diventa spaventosamente massiccio e cattivo!
Le dimensioni ed il peso crescono notevolmente, valorizzando ulteriormente un’estetica già stupenda di suo, purtroppo però ne risente in maniera negativa la posabilità; mentre resta invariata la stabilità (almeno nell'esemplare in mio possesso). C’' è da segnalare, purtroppo, che molti GX 27 hanno le articolazioni delle caviglie che presentano un problema di tenuta. Molto spesso l’articolazione tende a cedere sotto il peso del modello che, inesorabilmente, cade a terra! Il problema è facilmente risolvibile: per indurire l'articolazione, basta smontare la caviglia ed inserire tra l'articolazione e la sua sede di lavoro uno spessore di carta di pochissimi decimi di millimetro.


LA TESTA


Il modello è dotato di tre teste intercambiabili, grazie ad un attacco a sferac he funziona anche da articolazione. La prima testa è per la versione normal, la seconda è per la versione power up, la quale presenta i corni più grandi rispetto alla normal, la terza è in grado di replicare l’attacco open face grazie a 4 parti del volto rimovibili.
Risultano essere tutte e tre ben proporzionate e scolpite, molto buona anche la loro direzionalità.         

TESTA DRAGO

La testa del drago è realizzata in metallo e in materiale plastico, sia la mascella che la mandibola sono articolate grazie ad un sistema a cerniere. L’articolazione della bocca consente un ottimo posizionamento quando la testa è montata sul Gaiking, e un’ottima simulazione del morso (stand alone). Dietro il volto del drago spaziale è montata su di un carrello scorrevole azionabile per mezzo di un pulsante la testa del Gaiking, in questo modo può essere seminascosta in versione modulo, e tirata fuori in versione robot semplicemente azionando il carrello.

IL BUSTO

Il busto è diviso in tre parti:
1) Schiena - spalle - braccia
2) Addome (testa del drago)
3) Bacino
La schiena e l’addome si uniscono tramite un sistema a carrello con guide con scatto a molla. Una volta uniti insieme si uniscono al bacino grazie ad un secondo sistema a scatto comandato da una molla, tale comando viene azionato da un piccolo pulsante posto nella parte posteriore del bacino. Questo pulsante comanda una sorte di ghigliottina in plastica che scorre all’interno del bacino la quale ha il compito di bloccare in sede l’attacco a forma di perno che sporge dalla sezione tronca del’addome quando quest’ultimo entra all’interno del foro posto sulla sezione tronca del bacino.

SPALLE & BRACCIA

Le spalle del modello sono movibili grazie a due articolazioni:
1) A scatto per il movimento di estensione, flessione e circonduzione del braccio.
2) A resistenza per l’abduzione e l’adduzione laterale del braccio.
L’estensione e la flessione del gomito sono affidate ad un’articolazione a resistenza, montata in maniera fissa sull’avambraccio e in maniera rimovibile sul bicipite grazie ad un sistema a calamita, questo sistema permette di sostituire l’avambraccio standard, con quelli dati come accessori con moltissima facilità. Le mani sono come al solito intercambiabili, grazie a un perno fisso montato sull’avambraccio all’altezza del gomito, il quale si inserisce a pressione all’interno dei fori posti nella parte posteriore delle mani.
 

ARTI INFERIORI

Le anche sono dotate di due articolazioni a resistenza: una per la flessione e l’estensione, una per l’ abduzione e l’adduzione laterale delle cosce.

Il ginocchio è articolato a scatti e la gamba può ruotare sul proprio asse in entrambe i sensi.

Le gambe sono dotate di un sistema telescopico con blocco a scatto, già usato nel GX 04.  

Le caviglie sono dotate di articolazioni a sfera, che permettono ai piedi di effettuare la flessione, l’estensione, la supinazione, la pronazione e la rotazione interna ed esterna sul proprio asse.

I piedi possono essere sganciati dalle caviglie con un pulsante; in questo modo è possibile sostituirli per realizzare entrambe le configurazioni.

POWER UP

La trasformazione dalla versione normale a quella potenziata power up è semplicissima, Bandai infatti per aumentare i volumi degli avambracci e delle gambe ha utilizzato un semplicissimo sistema di sovrapposizione o incamiciamento dei pezzi.
Le gambe della versione power up sono forate al loro interno in questo modo possono essere sovrapposte alle gambe normali semplicemente inserendo quest’ultime all’interno del foro.
Una volta inserite vengono bloccate in sede grazie ad un piccolissimo spinotto posto all’altezza delle caviglie. Stesso identico funzionamento e stessa identica procedura di montaggio per gli avambracci, l’unica cosa a variare è il sistema di bloccaggio; infatti gli avambracci una volta sovrapposti ai normali sono tenuti fermi esclusivamente dai pugni.

ALI

Le ali sono in plastica e si montano ad incastro dietro la schiena.

Sono dotate di Back Shredder funzionante.

ACCESSORI


Gli accessori presenti sono tutti quelli visti nell’anime e sono in plastica e gomma dura.

Sono molto particolareggiati e ben realizzati.

VERNICIATURA


La vernice è ben stesa, ha una finitura lucidala ed un ottimo spessore.

La tonalità dei colori usati rispecchia l’anime, forse, ad essere super pignoli, si potrebbe dire che il blu delle spalle è leggermente diverso.

Tutti i dettagli sono realizzati con cura e non presentano sbavature di colore.

CONCLUSIONI PERSONALI

Un modello veramente con la “M” maiuscola, ottima la quantità di metallo, la verniciatura e la qualità dei materiali, molto ben articolato e posabile in versione normal, leggermente meno posabile in versione power up, purtroppo.

In entrambe le versioni resta proporzionato e ben bilanciato.

La dotazione degli accessori è full, ci sono tutti quanti!

Un acquisto che io rifarei ad occhi chiusi!


Torna ai contenuti | Torna al menu