BRAVE GOKIN 40 by RichterBelmont - METALROBOT

Vai ai contenuti

Menu principale:

BRAVE GOKIN 40 by RichterBelmont


CM'S Brave Gokin 40: Ufo Robot Grendizer

Marca: CM'S Corporation

Serie: BRAVE

Numero: 40

Data Rilascio: Ottobre 2013

Prezzo: 31,290yen 235 euro circa

Versione: Jap

Materiale Scatola

Esterna: CARTONE

Interno: POLISTIROLO

MiSURE SCATOLA: CM 58x40x15


Confezione molto grande, solita stile e grafica alla CM'S.



All'interno della confezione troviamo il classico polistirolo, coperto dal solito coperchio dello stesso materiale.
Tutti i componenti del modello sono imbustati uno per uno. Alla apertura si può notare la prima stranezza è cioè che le sagome delle ali dello Spazer ci sono anche nell'alloggiamento del Disco, ali che invece poi sono state inserite da parte in altri appositi spazi... mai vista una cosa del genere... Il buongiorno si vede dal mattino, nemmeno la scatola è progettata a dovere...
Per questo e per le poche cose che contiene si nota comunque l'inutile voluminosità della stessa.
Da segnalare che alcuni alloggiamenti sono poco profondi e alcuni pezzi sottili molto facilmente li troverete chissà dove nel box all'apertura, mi sembra giusto la scatola è profondo solo 15 cm, fare un incavo profondo un cm in più per un pezzo di mezzo cm al massimo era troppo.. comunque se capito che già il box è stato progettato qualcuno che quel giorno stava poco bene... andiamo avanti..



Nella confezione troverete:
1 robot
1 paio di mani in forma pugno
1 paio di mani in forma pugno, ma di misura inferiore per la modalità maglio perforante
1 paio di mani per sostenere le armi
1 paio di mani semi aperte per pose action
1 paio di mani mobili
1 paio di spine fisse in modalità riposo per le braccia
1 paio di spine mobili per le braccia
1 paio di lame alabarda
1 paio di bastoni dell'alabarda
1 Spazer
2 Ali per lo Spazer
1 paio di lame rotanti mobili
1 paio di lame rotanti in modalità missili perforanti
1 Foglio con le istruzioni



LE ISTRUZIONI

Le istruzioni sono sempre nel classico stile CM'S, un foglio a colori di facile compresione... o quasi.




IL MODELLO

Materiali: Die Cast / ABS / ATBC-PVC / POM

Altezza Robot: 21cm circa

Peso Robot: 600 grammi circa

Circonferenza disco: 21cm circa

Larghezza disco con ali: 27cm circa

Profondita disco (dal muso alla fine dell'alettone posteriore): 25 Cm circa

Altezza Disco: 11 cm circa (da terra alla sua parte più alta, l'alettone posteriore)

Parti in Die-Cast



Il modello è pesantuccio presenta una buona quantità di zama e ha una buona mobilità in generale, non al limite come in molti modelli di nuova concezione, ma questo forse è causato anche del design del robot, ma non ci si può lamentare. Devo dire che gli snodi almeno nella mia copia sono tutti belli rigidi e solidi, ho faticato parecchio a piegare i gomiti per la prima volta.

le soluzioni adottate non sempre sono eccelse sotto il punto di vista estetico (ad esempio la fessura che praticamente spacca la spalla a metà) e della semplicità d'uso (come le articolazioni a scomparsa delle spalle), ma almeno svolgono il loro dovere sufficientemente.

La testa ha una buona mobilità, il meccanismo del pilota se pur semplice funziona alla perfezione... anche se sinceramente non è che si veda granché da dietro quel vetrino..

Il bacino ha una limitatissima mobilità, dovuta anche alla forma del robot, non vi aspettate chissà cosa. Non sono riuscito a staccare le lame dalle spalle e francamente per evitare altri rischi (vi spiegherò più avanti) di rovinare la vernice, ho evitato forzature essendo un punto delicato e in bella vista...

Le braccia hanno diversi punti di snodo e meccanismi a scomparsa per aumentarne la mobilità, sinceramente a parte la discutibile resa estetica di alcune soluzioni, la parte della spalla presenta un ampia gamma di movimenti.
Lo snodo del gomito invece è limitato al classico 90 gradi.
Il distacco del braccio non è dei più semplici, risulta molto ostico a staccarsi, se questa sia un bene un male dipende dai punti di vista, ma se un personaggio prevede il distacco di una sua parte forse sarebbe meglio che questa avvenisse senza forzature inutili.
Lo snododelle mani e il classico fisso a sfera adottato dalla gran parte di questi modelli.

Lo snodo all'anca presenta una discreta flessibilità sui 4 assi (si poteva forse fare di meglio).
Essa è a scatto lateralmente ed ad attrito per lo spostamento in avanti e indietro, anche questo modello è dotato del classico sistema telescopico per migliorarne l'estetica e la mobilità.

Ho visto un video in cui una persona mostrava che alzando il modello le gambe si richiudevano, beh a me non succede come detto le articolazioni almeno per ora sono molto rigide, poi se sei mollano con il tempo, questo non lo so. Ma quel difetto almeno per ora non lo ha.

Lo snodo del ginocchio è a scatto, l'ampiezza dell'angolo del movimento che effettua non è esagerato, mentre per le caviglie c'è il classico snodo sferico ad attrito in 2 punti, anche qui c'è il meccanismo retrattile per aumentarne la lunghezza e quindi la mobilità.



LO SPAZER

Lo Spazer è un plasticotto simile a quello bandai, di metallo ha solo le due ali e la parte discoidale interna centrale della parte inferiore.

Questa parte automaticamente (tramite meccanismo a molla) una volta appoggiato a terra il modello si ritrae all'interno permettendo così di aumentare la superficie a contatto con quest'ultimo aumentandone la stabilità, quindi non ha bisogno di nessuno stand o parte aggiuntiva per sostenersi.

L'apparizione del pilota è dovuta ad un semplice sistema a levetta che si trova all'interno dell'alloggiamento per il Grendy.

QUALITA', DIFETTI, PRO & CONTRO

La verniciatura almeno nella mia copia fa veramente schifo, sbavature in svariati punti, pennellate super visibili, punti non verniciati e graffi e lo stesso vale per lo Spazer... copia sfigata..? Un'epilettico che ha dipinto la mia copia? Tutto può essere, ma per me ci sono troppi difetti per essere solo e semplicemente sfiga.

Le mani rispetto al modello sono sproporzionate, risultano all'occhio troppo grosse... le mani mobili poi sono uno scempio, i pezzi che compongono le dita si staccano molto facilmente perché la soluzione adottata è veramente ridicola. Cioè il classico snodo a sfera ad incastro di pessima qualità.. Cm's impara come si fanno le mani mobili dalle Hot Toys di Ironman per esempio, senza contare che molti di questi costano anche di meno di questo coso....

Voglio segnalare che è saltata via un bel po' di vernice dallo snodo del gomito alla prima piegatura, in entrambi.... lo stesso al primo distacco del braccia dagli avambracci.

Il meccanismo di apertura dello Spazer è roba da far ridere i polli, a parte che ho trovato già le viti arrugginite e la plastica spaccata (e non sono il solo, questo difetto se già visto in foto di copie estere)... è proprio la concezione e la progettazione del meccanismo che è ridicola. In pratica la vite fa da perno per lo scorrimento del rientro dei due sportelli anteriori dello Spazer su un binario che non ha un diametro di tolleranza giusto, tutto si blocca, poi considerate che da un lato nella parte inferiore è fatto di metallo che sembra una lama... e quindi vi affetta letteralmente le parti in plastica.. che unito anche agli inutili e macchinosi movimenti da eseguire per il rientro di quest'ultimi e anche dalla pessima qualità della plastica con cui sono fatti, crea la rottura già in fase di montaggio o test secondo me, perché questi escono già così all'acquisto. La ruggine poi non ho idea di come la si possa trovare su un prodotto nuovo, avranno usato uno stock di viti già arrugginite per risparmiare....

Aggiungo poi che l'apertura che si crea dietro alzando i reattori posteriori non è sufficiente larga per permettere l'inserimento in esso del robot con sicurezza e facilità, si rischia facilmente di farlo sfregare in vari punti.
Senza contare che lo stesso inserimento nello Spazer crea sfregamenti e oscillazioni che possono facilitare l'intaccamento della vernice del robot sulle plastiche al suo interno, non esiste una guida o un materiale che ammortizza la tenuta e la collocazione del modello in esso, tenete presente che dall'apertura davanti non potete inserirlo perchè ha i piedi troppo grandi, quindi non potete aggirare il problema in questo modo. Io francamente dopo molteplici bestemmie sono riuscito a inserirlo, ma tra le sollecitazioni dovute al posizionamento delle braccia in posizione classica da riposo nel disco che portava alla sfregatura del modello in esso e pezzi delle dita che volavano (perché bisogna per forza usare il paio di mani mobili per questa posa poiché nel modello non so incluse un paio di mani fisse per ottenerla), lo tolto subito e ho rinunciato.

Le lame rotanti che diventano missili perforanti, possono essere fatte fuoriuscire solo se staccate dal modello, farle fuoriuscire e tenerle in questa posizione sul modello non si può fare in quanto l'oggetto viene agganciato all'ala proprio nel mezzo, quindi al suo interno trova l'ostacolo dell'aggancio... quindi non capisco il perché di quell'inutile e antiestetica escrescenza sottostante che serve per contenere e per simulare la fuoriuscita dei missili se poi sul modello non si può fare...

Le immagini parlano da sole:

Sbavature, pennellate sbagliate e graffi non mancano di certo, notate le sbavature sulla testa e sulle corna centrali.. sono mezze rosse praticamente:








Notare la qualità delle gomme con cui sono fatte le punte degli avambracci, anche qui sbavature e pennellate erranti non si sprecano!!



Ecco le parti del meccanismo dello Spazer, spaccature, viti arruginiti e concepimento pessimo...








Anche sullo Spazer le sbavature non mancano e gli sportellini non si allineano perfettamente con la sagoma del disco..






Qui invece potete ammirare la qualità delle lame rotanti, lame allineate uno schifo e come se non bastasse addirittura una macchia indelebile su uno di esso....



CONCLUSIONI PERSONALI

Sarò sincero non mi aspettavo un livello qualitativo e di progettazione così basso... lo Spazer è una cosa abominevole... non si salva proprio in nessuna sua parte... il Goldrake estetica a parte (ma quella è soggettiva) se pur pesante risente di qualche pecca che poteva essere evitata con un minimo di impegno ad iniziare dalle mani. La qualità della verniciatura è davvero ridicola... ma ripeto può essere il mio solo un caso sfortunato, ma se non lo è, spero vivamente per chi la prenotato che la versione europea sia migliore, visto che la maggior parte di voi sicuramente ha comprato quella.

Il robot è bello per carità, esteticamente valido e pesante anche lo Spazer esteticamente non è da buttare ed è di dimensioni ragguardevoli, ma per il resto non ci siamo proprio, un modello di questo prezzo non dovrebbe presentare simili difetti e una qualità così bassa...

VOTI

MATERIALI GOLDRAKE: 6

MATERIALI SPAZER: 3

VERNICIATURA E DETTAGLI: 4

STABILITA': 7

MOBILITA': 7

RAPPORTO QUALITA' PREZZO: 3

VOTO GLOBALE: 6 - -

RECENSIONI E FOTO DI:
RichterBelmont





Torna ai contenuti | Torna al menu