BOSS ROBOT - METALROBOT

Vai ai contenuti

Menu principale:

BOSS ROBOT


ROBOT

NOME: Boss Borot

ALTEZZA: 200 mm

MATERIALI: Metallo - Plastica

PESO: 520 grammi

TRASFORMABILE: No

COMPONIBILE: No

ARTICOLAZIONI: A resistenza

FINITURA: Lucida


ACCESSORI

MATERIALI: Plastica - Gomma dura

BASETTA ESPOSITIVA: Si

PORTA ACCESSORI: No

LIBRETTO ILLUSTRATIVO: Si



DESCRIZIONE

Contemporaneamente all’uscita del Doublas M2 arriva sul mercato Boss borot, come il Doublas si collega nel mezzo tra la serie 1901 AD e la serie attuale EX Gokin. La scatola è in puro stile EX Gokin interamente nera non scritte e volto del modello impressi sul coperchio, le dimensioni sono identiche a quelle del Doublas M2. Oltre al modello e agli accessori all’interno della confezione è presente una basetta espositiva, dotata di un’asta telescopica realizzata in alluminio, che consente se agganciata al modello di non farlo cadere in terra, in caso di urti o spostamenti improvvisi, la presenza del metallo è veramente pochissima, in compenso la verniciatura è ottima.

TESTA

La testa è realizzata in plastica, non è direzionale ma è possibile rimuoverla lasciando cosi vedere agli osservatori la cabina di pilotaggio e il suo pilota.

    

       
BUSTO

Il busto è realizzato in metallo e materiale plastico, non è dotato di nessun tipo di movimento, l’addome è costituito da un insieme di berrette metalliche di sezione circolare montate in maniera verticale a un centimetro l’una dall’altra che uniscono il bacino al petto, in questo modo lasciano vedere una seconda stazione di pilotaggio comandata dai due aiutanti.



SPALLE & BRACCIA

Le spalle sono rese movibili grazie alla presenza di un’ articolazione a resistenza che permette una discreta flessione ed estensione delle braccia.

Quest’ultime oltre che ruotare sul proprio asse in entrambe i sensi, grazie a tre articolazioni a resistenza possono effettuare un ottima flessione ed estensione. Le mani hanno le dita semi articolate e possono essere sostituite con alcuni accessori.

GAMBE

Le anche hanno due articolazioni, una a resistenza per la flessione e l’estensione, l’altra sempre a resistenza per la rotazione sul proprio asse sia in senso orario che antiorario delle cosce.

Le ginocchia sono articolate a scatti in flessione ed estensione, le caviglie permettono ai piedi anche se in maniera assai limitata di flettere anteriormente, esternamente, internamente e di estendersi posteriormente.


ACCESSORI

Gli accessori sono realizzati in gomma dura e plastica.



VERNICIATURA

La verniciatura è veramente ben realizzata, direi vista l’estetica e la mobilità del modello che è il suo solo unico punto di forza. Ha una finitura lucida, i colori usati sono molto brillanti, ben distribuiti e privi di imperfezioni.


CONCLUSIONI PERSONALI

La mobilità del modello non è molta, per non parlare della posabilità che è assai scarsa. L’estetica è particolarissima è ancora più estrema nelle linee e nelle forma sia dei Getter che dei Mazinga, o piace o la si schifa difficilmente credo ci sia una linea di mezzo, anche se dal vivo è più sicuramente più gradevole che in foto.

Come il Doublas più che uno Gokin la definirei una costosa action figure con alcune parti in metallo.

Visto l’elevato costo, l’estetica e i materiali usati è un prodotto indicato esclusivamente a chi ama in maniera incondizionata il soggetto e le AF, a tutti gli altri consiglio di non prendere assolutamente in considerazione un eventuale acquisto perché sarebbero soldi buttati nel cestino.



Torna ai contenuti | Torna al menu